Come affrontare con serenità il momento della spesa con i bambini

come-affrontare-spesa-con-i-bambini

I supermercati possono essere delle vere e proprie trappole per gli adulti che decidono di portare con sé dei bambini. Ci sono dolci, cioccolatini, giocattoli e snack di ogni genere piazzati in punti strategici, impossibili da evitare. La soluzione per affrontare il momento della spesa con i bambini senza incorrere in capricci e pianti è renderli partecipi, i veri protagonisti degli acquisti, per crescere futuri adulti più consapevoli.

La spesa con i bambini, un’occasione preziosa

Nonni, genitori, babysitter… alzi la mano chi non ha mai dovuto gestire un capriccio tra le corsie di un supermercato. Solitamente questo accade quando siamo pure di fretta; dovremmo prendere giusto un paio di cose, e invece di ritroviamo a contrattare per mezz’ora con un bambino disperato che si butta a terra per ottenere un pacco di caramelle.

Per quale motivo? Perché, come fa notare il mondo dell’educazione infantile moderno: “I capricci si fanno in due.” Se un adulto è di fretta, solitamente non ha il tempo di dare spiegazioni al bambino. Gli mette semplicemente fretta, tenendolo per mano e sperando che nulla vada storto. In realtà, non sta facendo altro che caricare della propria tensione i piccoli che, alla prima occasione, si lanceranno in un disperato tentativo ci accentramento dell’attenzione con un pianto per ottenere l’oggetto del proprio desiderio.

L’unica soluzione per affrontare con serenità il momento della spesa con i bambini è prendersi il giusto tempo ed organizzare la visita al supermercato come un’esperienza da condividere con i figli, durante la quale potranno divertirsi, responsabilizzarsi e imparare qualcosa di utile.

Come organizzare il momento della spesa con i bambini

L’organizzazione della spesa con i bambini comincia a casa. Si prepara insieme la lista, spiegando ai piccoli quali sono gli ingredienti necessari per preparare i loro piatti preferiti e di come essi andranno poi lavorati e cucinati. Li si incarica di portare il prezioso foglietto e poi si parte alla volta del supermercato.

Qui inizierà una vera e propria caccia al tesoro. Se conoscete già lo store, scrivete la lista seguendo l’ordine degli scaffali; evitare di andare avanti e indietro nei corridoi li manterrà più attenti e non si distrarranno dall’obiettivo. Ogni volta che trovano un prodotto della lista, raccontategli un piccolo aneddoto. Da dove viene, com’è fatta la pianta da cui si coglie, come può essere cucinato… Molti bambini non hanno idea di come possano apparire le piante dell’orto!

Si proseguirà così fino alle casse, quando i bambini potranno riporre sul nastro tutti i loro tesori raccolti. Se durante il tragitto qualche merendina o dolciume attirerà la loro attenzione, non perdete la pazienza. Spiegate ai bambini qual è la vostra opinione (non si compra, si compra ma si potrà mangiare solo una volta a settimana, eccetera) e perché considerate quel determinato prodotto sano o meno, acquistabile o no. Siate chiari e coerenti. Le lamentele non mancheranno, ma con il tempo il bimbo capirà quali sono gli alimenti più genuini, quelli considerati accettabili nella sua famiglia e quelli per cui è inutile piangere.

Leggi anche

Cucinare insieme: 6 ricette facili e gustose da preparare con i bambini

Credi che i broccoli siano la kryptonite dei bambini? Non se li prepari in questo modo!

Cerchi dei dolcetti sani ma gustosi per i tuoi bambini? Scopri come preparare a casa lecca lecca e gelatine

Advertisement

Potrebbe interessarti