Una tavola imbastita per le feste

Se il veglione di Capodanno è accompagnato da una cena con parenti o amici in casa è bene tenere a mente alcuni consigli per apparecchiare la tavola e non sfigurare.

Oltre alle portate da servire, allo spumante o allo champagne da stappare a mezzanotte, e alle decorazioni in casa, bisogna pensare anche a come imbastire la tavola. Piatti, bicchieri, tovaglia e tovaglioli, nulla dev’essere lasciato al caso.

Gli abbinamenti per la tavola dipendono molto dal genere di serata che si vuole fare, però alcuni consigli sono applicabili per ogni tipologia di cenone di Capodanno.

Grazie a questi trucchetti lo stupore dei commensali sarà assicurato e le celebrazioni saranno in grande stile.

Le regole base per la tavola di Capodanno

Per organizzare una tavolata elegante è bene tenere a mente alcune regole base, prima ancora di pensare agli abbinamenti tra tovaglia e tovaglioli.

La tavola andrebbe imbastita prima dell’arrivo degli ospiti, così si può anche far fronte ad alcuni imprevisti senza allarmare gli invitati. Inoltre, non bisogna mai dimenticare che gli ospiti dovrebbero stare comodi, per cui attenzione alle sedute e alle dimensioni della tavola. Per quanto riguarda stoviglie e bicchieri, meglio non scegliere quelle di plastica che sono poco eleganti e anche non sostenibili dal punto di vista ambientale.

Tovaglia e tovaglioli: il classico non guasta mai

La tovaglia e i tovaglioli devono essere ben lavati, stirati e abbinati tra loro. I tovaglioli vanno posizionati sulla sinistra del piatto.

Se si preferisce uno stile più semplice per la propria tavola di Capodanno puntare sul bianco è sempre la scelta migliore. Anche se, in questa occasione, è sempre bello decorare la propria tavola con i colori classici, come oro, argento o rosso.

Segnaposti e centrotavola

Altre due cose da tenere a mente per rendere la tavola incantevole sono i segnaposti e il centrotavola. Anche questi è importante che siano in linea con il tema della tavola. Per entrambi si può anche ricorrere ad alternative fai da te.

Come segnaposto ci sono innumerevoli scelte, ma un’idea potrebbe essere quella di usare una piccola pigna con un fiocchetto rosso e un bigliettino con il nome dell’invitato, oppure quella di usare un sacchettino di lenticchie allo stesso modo.
Per il centrotavola si possono usare 3 o 4 piantine di piccole dimensioni, dentro a vasetti colorati seguendo il tema. In alternativa un bel candelabro con candele rosse, argento o oro non guasta mai ed è perfetto per creare a un po’ di atmosfera. Oppure si possono usare delle palline per l’albero da distribuire nella parte centrale della tavola, in diversi punti.

tavola di capodanno
Tavola di Capodanno, foto: Pixabay

Consigli per le stoviglie

Durante la notte di Capodanno le vere protagoniste della cena saranno le portate. Per farle risaltare al massimo sulla tavola imbastita bisogna scegliere con cura i piatti su cui presentarle. Quando si sceglie quali piatti usare bisogna sempre partire ricordandosi il tema scelto. È preferibile utilizzare un corredo unico e che i piatti non siano scheggiati o rovinati, così come i bicchieri. Questi andranno poi posizionati sul tavolo secondo alcune regole.

Come scegliere i piatti

Se si vuole usare il sottopiatto colorato, magari argentato, dorato o rosso, sarebbe meglio optare per un piatto bianco per rendere la tavola elegante e non appesantirla troppo con colori accesi. Se invece si preferisce usare solo i piatti, si può concedere più spazio all’immaginazione e magari scegliere un servizio colorato e allegro.

Bicchieri o calici?

Per quanto riguarda i calici, è meglio tenere a mente che i segna bicchieri sono indispensabili solamente in caso di cena a buffet. Preferire il calice o il bicchiere dipende molto da quello che si vuole servire da bere ai commensali. Per il brindisi della mezzanotte è meglio optare per un calice flute o mezze flute. Per i vini che si serviranno a tavola, sarebbe meglio il calice Ballon per i rossi e il Renano per i bianchi.