Il pollo al curry è stato forse il mio primo tentativo di cucina asiatica in totale autonomia.

Dopo aver sentito per un po’ di tempo racconti magici provenienti dalla Thailandia mi è venuta voglia di provare a rendere giustizia al curry asiatico, anche se la mancanza di alcuni ingredienti territoriali ha sicuramente fatto la differenza.

Il lemongrass (qui citronella) se non si coltiva è abbastanza difficile da reperire, se non nei negozi specializzati.

Una volta mi è anche capitato di trovare in qualche ricetta la salsa di pesce per realizzare complicati brodi, ma qui non c’era… Ora ovviamente si trova anche nei supermercati. Sarà questione di tempo?

Intanto consoliamoci con questi bocconcini di pollo immersi in una salsa al curry gustosa, se volete potete accompagnare il piatto con riso jasmine (profumatissimo) e delle verdure. Sono particolarmente indicate quelle dal sapore neutro (ad esempio le zucchine) perché migliori nell’assorbire il gusto della salsa.

Ecco la ricetta per uno speziato pollo al curry>>>

Gli ingredienti per il pollo al curry

Per realizzare il pollo al curry vi serviranno: 700 grammi di petto di pollo, due cucchiaini di curry giallo, zenzero fresco o in polvere, peperoncino (a piacere), 1 spicchio d’aglio, 1 cipollotto, 1 pomodoro fresco e 100 ml. di latte di cocco. Le quantità dei liquidi sono sempre da controllare perché il pollo tende ad asciugare, ma se si aggiunge troppo liquido la salsa non risulterà cremosa. Al posto del latte di cocco potete preparare del brodo a parte con qualche verdura.

petto di pollo

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>>

Il soffritto di spezie

Per preparare il soffritto dobbiamo agire diversamente da come faremmo affrontando un piatto mediterraneo, in una padella con poco olio aggiungete il curry, lo zenzero, il peperoncino. Quando il profumo sarà intenso aggiungete il cipollotto tagliato fine, l’aglio spremuto e scaldate per qualche minuto. A questo punto aggiungete il pomodoro tagliato a pezzetti e terminate la salsa.

curry

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>>

Il latte di cocco

A questo punto aggiungete il pollo tagliato a pezzetti e iniziate a incorporarlo nella salsa di pomodoro e spezie. Quando il pollo avrà cambiato colore potrete aggiungere il latte di cocco o il brodo. Scegliere il latte di cocco è importante, in commercio si trova anche quello zuccherato, che non è l’ideale per questa ricetta… è meglio quello in lattina o in pacchetto. Aggiungetelo un poco alla volta per capire quanto liquido serve alla vostra salsa.

latte di cocco

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>>

Gustare il pollo al curry

Dopo aver aggiunto il liquido e continuato la cottura con un coperchio fino a quando il sugo al curry non inizia a “tirare” potete spegnere il fuoco e accompagnare con il riso. È buono preparato anche alcune ore prima a vapore aggiungendo all’acqua alcune spezie come anice stellato, cannella o chiodi di garofano. Se decidete di utilizzare il riso jasmine, il sapore fiorito non richiederà nessun condimento aggiuntivo!

pollo al curry

Se vi è piaciuta questa ricetta condividetela con gli amici su Facebook!