cotoletta alla milanese

La cotoletta alla milanese oltre ad essere un piatto simbolo del capoluogo lombardo, è anche uno dei secondi più amati e conosciuti al mondo della cucina italiana. Ma qual è il taglio di carne corretto per cucinarla? Bisogna usare il burro normale o quello chiarificato? È fondamentale sapere quali sono gli ingredienti giusti per realizzare un gran piatto: per 2 persone sono sufficienti 2 fettine di costoletta di vitello con l’osso, 2 uova, pangrattato, sale e burro chiarificato.

Cotoletta alla milanese: i primi passaggi

Per cucinare una cotoletta alla milanese degna di questo nome è necessario innanzitutto usare il batti carne per rendere più sottile la fettina di costoletta di vitello. Poi, è necessario sbattere le 2 uova all’interno di un contenitore abbastanza grande (sarà poi è necessario immergerci la carne) e salarle. Bisogna poi inserire il pangrattato in una terrina abbastanza grande. Dopo aver passato la carne nelle uova sbattute, sarà necessario passarla nel pangrattato. Per ottenere una consistenza perfetta e rendere la cotoletta abbastanza croccante, è necessario ripetere il procedimento.

Ultimare la cotoletta alla milanese

Per ultimare il piatto basta poco: prendete una padella abbastanza grande e fate sciogliere il burro chiarificato (150 grammi per 2 persone dovrebbero bastare, ma se la padella è molto grande è consigliabile usarne di più). Dopo che il burro sarà diventato caldo, ma non bollente, vi si può riporre la cotoletta.

Controllate il lato della cotoletta che resta “immerso” nel burro: appena sarà dorato, girate la cotoletta e con un cucchiaio “bagnate” l’osso in modo che a fine cottura risulti chiaro e non abbia striature rosse. Quando anche l’altro lato della cotoletta sarà dorato, il vostro piatto sarà pronto.

Foto in alto: cotoletta alla milanese, fonte Shutterstock