Le scaloppine al vino bianco rappresentano il fiore all’occhiello della cucina milanese, un piatto facile da preparare ma molto gustoso.

L’ingrediente tipico delle scaloppine al vino bianco che dà quel gusto più frizzante è il cosiddetto “erborin“, che in dialetto milanese significa prezzemolo. Tuttavia è possibile preparare questo piatto anche senza il prezzemolo, dal momento che esistono numerose varianti.

Innanzitutto, è necessario sapere quale carne acquistare. La scelta della carne deve ricadere su un pezzo particolarmente tenero del vitello, come la fesa, il girello o la noce.

In alternativa, si può optare per altri tipi di carne, come la lonza di maiale oppure il petto di pollo.

La carne può essere conservata in frigorifero per un paio di giorni, ma deve essere ben sigillata in un contenitore oppure coperta da una pellicola. Prima di utilizzarla mettetela in una padella antiaderente, oppure su una teglia da forno per qualche minuto.

A questo punto, vediamo come preparare le scaloppine al vino bianco. Prosegui nella lettura per la preparazione e tutte le varianti , l’articolo continua!