risotto-ortica

L’ortica (Urtica dioica) è una pianta erbacea perenne e sin dai tempi antichi questa pianta veniva utilizzata in cucina per le sue proprietà nutritive.

Questa pianta infatti, è ricca di calcio, ferro, potassio, vitamina A, vitamina C, proteine e amminoacidi. Oltre al suo nutrimento a renderla così ricercata in ambito culinario è il suo sapore delicato e gustoso. L’ortica, è anche nota per essere una pianta urticante. Infatti, le sue foglie hanno dei micro-peli che irritano la pelle.

Il risotto all’ortica è un piatto prelibato e nutriente che non dovrebbe mai mancare in un’alimentazione bilanciata. Nel momento in cui si sbollenta con dell’acqua, fortunatamente le foglie perdono tutti i loro peli e diventano pienamente commestibili.

Ingredienti del risotto all’ortica

Gli ingredienti per questo risotto sono pochi e facilmente reperibili. Bastano 320 grammi di riso, mezza cipolla, 400 grammi di ortiche, una noce di burro, 1 litro di brodo vegetale, 1 cucchiaio di olio extravergine, 1 cucchiaio di panna (a piacimento), noce moscata e parmigiano quanto basta.

L’ortica a cui si fa riferimento è quella fresca ma la si può sostituire con quella essiccata reperibile in erboristeria. La ricetta è tarata per 4 persone ma ovviamente si può modificare in base alla proprie esigenze.

Preparazione del risotto all’ortica

La prima cosa da fare è il brodo vegetale. Dopo aver realizzato il brodo, si incomincia a pulire l’ortica indossando dei guanti per evitare che la pianta punga. Eliminati tutti i gambi, pulite e asciutte, le foglie di ortica vanno poste in un tegame ricoperte d’acqua e si lasciano sbollentare per 4-5 minuti.

Una volta che l’ortica è cotta la si deve frullare con un mixer fino a ottenere una consistenza cremosa. A parte, si pone una padella con dell’olio extravergine e le cipolle fatte a pezzettini e lasciate a rosolare. Raggiunta la giusta doratura, si aggiunge il riso e si cuoce un po’ alla volta con il brodo vegetale.

Quando il riso è a metà cottura, si aggiunge l’ortica frullata con una noce di burro e si amalgama bene il composto. Una volta che il brodo si ritira completamente si grattugia della noce moscata e si aggiunge un cucchiaio di panna.

Fatto questo, si guarniscono i piatti con il risotto e una spolverata di parmigiano.

Se si vuol presentare il piatto in modo più artistico, si consiglia di aggiungere una fogliolina di ortica (appena sbollentata) in cima al risotto.

Foto in alto: Shutterstock