Mozzarella in carrozza: la ricetta sfiziosa nata per riciclare gli avanzi

mozzarella-in-carrozza-ricetta

La mozzarella in carrozza è un piatto semplice e sfizioso, originario della tradizione campana e laziale. Quella che per noi oggi è una leccornia da preparare per aperitivi e banchetti per le feste, in origine non era altro che un modo per riciclare gli avanzi. In particolare serviva a ridare vita a pane raffermo e mozzarella del giorno prima, ormai troppo asciutta per essere gustata da sola. Scopriamo come prepararla insieme.

Gli ingredienti per preparare la mozzarella in carrozza

Per preparare la mozzarella in carrozza occorre semplicemente del pane, della mozzarella di bufala o vaccina, uova, pangrattato e olio per friggere.

Il suo nome deriva proprio dalla volontà di nobilitare un piatto che nasceva per evitare di buttare cose ormai immangiabili singolarmente. La ricetta originale infatti prevederebbe l’uso del pane raffermo, imbevuto nel latte o addirittura in acqua e farina. Un modo per donargli la morbidezza e l’umidità necessaria a far aderire le 2 fette farcite di mozzarella prima di passarle nell’uovo ed impanarle.

Oggi tendenzialmente la mozzarella in carrozza viene sempre preparata con il pane in cassetta che non necessita di essere bagnato. Disponetene 6 fette su un tagliere e riponetevi sopra le fette di mozzarella (e anche un’acciughina sott’olio se di vostro gradimento). Se non è del giorno prima, meglio tagliarla e lasciarla asciugare per circa mezz’ora tra 2 fogli di carta assorbente. 

Chiudete i panini con altre 6 fette di pane e premete con delicatezza. A questo punto tagliate i margini e dividete i panini ottenuti in 2 triangoli o 4 cubetti. Ora i tramezzini ottenuti dovranno essere immersi nell’uovo battuto salato e pepato a piacere. Per questa quantità di mozzarelle in carrozza ne occorreranno circa 4 grandi.

Dopo aver tuffato i panini nell’uovo, panateli con un primo strato di farina 00, passateli nuovamente nell’uovo e, a questo punto nel pangrattato. Assicuratevi che tutti i lati siano ben sigillati altrimenti la mozzarella potrebbe uscire in fare di cottura.

Cottura e presentazione delle mozzarelle in carrozza

Per consolidare ulteriormente la panatura e la struttura delle mozzarelle in carrozza, prima di cuocerle lasciatele riposare su un tagliere per circa 30 minuti in frigorifero. Nel frattempo preparate un tegame dai bordi abbastanza alti per la frittura. L’olio, preferibilmente di semi o di arachidi, deve essere portato ad una temperatura di circa 170/180 gradi. 

Immergetevi le mozzarelle in carrozza, non più di 4/5 alla volta, per evitare che si appiccichino e che non si cuociano in maniera uniforme. Saranno sufficienti un paio di minuti per dorarle, girandole di tanto in tanto. Quando avranno assunto un bel colorito potrete raccoglierle con la schiumaiola e disporle su un foglio di carta assorbente. Eliminato l’olio in eccesso, impiattate in un cestino di vimini foderato o su un vassoio e servitele subito.

Leggi anche

Dal tipico street food partenopeo e laziale a quello siciliano: scopri la ricetta degli arancini (o arancine)

Crocchette di patate: i segreti per prepararle a casa

Polpettine salate di ricotta: come fare questo antipasto delizioso

Advertisement

Potrebbe interessarti