fichi secchi adagiati in un barattolo

Ad agosto, i fichi sono pronti e maturi per essere mangiati regalando tutto il loro sapore. Non è detto che si debbano consumare solo freschi! Esiste un modo altrettanto prelibato per rendere giustizia a questo frutto dolcissimo, quello dell’essiccazione naturale. I fichi secchi fatti in casa, sono buonissimi e prepararli è veramente semplice.

Ingredienti

Gli ingredienti per fare i fichi secchi fatti in casa sono semplicemente:

  • 1 kg di fichi freschi di media maturazione;
  • A piacere: mandorle o noci quanto basta.

Preparazione

Il modo più antico e naturale per fare i fichi secchi è l’essiccazione al sole. Basta porre i fichi su un vassoio su cui è stato adagiato un panno, e sistemarli distanziandoli un po’ l’uno dall’altro, e coprendoli con uno strofinaccio asciutto per evitare che gli insetti possano posarsi sui frutti. Per evitare che lo strofinaccio voli, è possibile mettere dei pesi per fermarlo. Anticamente, venivano usate 4 pietre poste agli angoli dello strofinaccio.

Fatto questo, si espone la tavola in direzione del sole e si lasciano essiccare dai 10 ai 15 giorni. In questo lasso di tempo, è necessario cambiare lo strofinaccio posato sul vassoio e quello posato sopra i fichi almeno una volta. È necessario girare i fichi almeno 2 volte al giorno ed esporre il vassoio direttamente al sole tenendo d’occhio l’orario e avendo l’accortezza di girare la tavola in direzione dei raggi. Durante la notte, i fichi si conservano in casa perché l’umidità notturna potrebbe rovinarli.

Quando i fichi secchi sono pronti, è necessario controllarli e gettare via quelli che sembrano macchiati, perché potrebbero essere stati “attaccati” da qualche verme o insetto. Al termine della fase di essiccazione naturale, è necessario pressarli leggermente con le mani. Poi, si incidono leggermente e si farciscono con mandorle o noci a piacere.

Conservazione

Per conservare i fichi secchi ed evitare che si espongano ai batteri, si mettono in un barattolo di vetro sottovuoto in un luogo asciutto e riparato dalla luce. È possibile consumarli entro 12 mesi, entro una settimana, se il barattolo viene aperto.  

Leggi anche:

Confettura di fichi fatta in casa: ecco come prepararla

Marmellata di pesche, con i fiori è più buona

Brutti ma buoni, i biscotti golosi alle nocciole