torta-mimosa-ricetta

Nel giorno dell’8 marzo si festeggia la Giornata Internazionale della Donna. Rita Montagnana e Teresa Mattei, politiche e attiviste italiane del dopoguerra, furono colore che istituzionalizzarono la ricorrenza e che ne scelsero come simbolo la mimosa. Bella ed apparentemente delicata, la mimosa è in realtà un fiore estremamente tenace e resistente, proprio come le donne. La ricetta della torta che ora illustreremo, prende il nome proprio da questo fiore. Semplice, fresco e delicato, questo dessert è ottimo anche in qualsiasi altro periodo dell’anno.

Scopriamo come preparare la torta mimosa.

Come preparare il pan di Spagna per la torta mimosa

Per preparare la torta mimosa è necessario partire da 2 pan di Spagna: 1 da farcire e 1 per la decorazione. Prendete 2 stampi da forno da 20 cm, imburrateli e infarinateli. In una planetaria versate 8 uova, 140g di farina, 120g di fecola di patate, 250g di zucchero, i semi di 2 bacche di vaniglia e un pizzico di sale. Montate a neve il composto per circa 15 minuti e poi divideteli equamente nelle 2 teglie. Cuocete il pan di Spagna in forno statico preriscaldato a 160 gradi nel ripiano più basso per circa 50 minuti e poi lasciate raffreddare prima di sformarlo.

La crema e la bagna per la torta mimosa

Un ingrediente fondamentale per preparare la torta mimosa è la crema diplomatica. Si tratta di una crema pasticciera classica con l’aggiunta di panna montata. Una volta pronta, lasciatela riposare in frigo per circa 30 minuti e nel frattempo dedicatevi alla bagna. In un pentolino versate 130g di acqua, 70g di liquore (Grand Marnier o simili) e 75g di zucchero. Lasciatela sul fuoco fino a quando lo zucchero non si sarà completamente disciolto e poi fate raffreddare. 

Comporre la torta mimosa

Giunti a questo punto, tutti gli ingredienti per preparare la torta mimosa sono pronti e si può passare a comporla. Prendete uno dei 2 pan di Spagna ed eliminatene la crosticina (prima i bordi e poi il disco inferiore e superiore). Poi dividetelo in 3 parti per ottenere i piani da farcire. Se avete paura di farlo con il coltello, provate con il filo interdentale tenuto molto teso. Posizionate il primo strato sul piatto da portata, protetto da un cerchio da pasticceria (potete prepararlo anche con del cartoncino rivestito di pellicola trasparente), bagnatelo con il liquore e versate il primo strato di crema. 

Decorare la torta mimosa

Una volta terminati tutti gli strati ricoprite l’intera torta con uno strato di crema, anche sui lati. A questo punto prendete il 2º pan di Spagna, togliete la crosticina e tagliatelo a cubetti molto piccoli, quasi a sbriciolarlo. Ora versatelo sulla torta in modo che possa aderire alla crema e creare un effetto leggero a ricordare il fiore. Terminate la decorazione con una spolverata di zucchero a velo e un rametto di mimosa a piacere.

Leggi anche

Ecco la ricetta dettagliata per preparare la crema pasticciera a regola d’arte

Meringata al limone: ecco un’altra torta semplice ma molto scenografica

Panna cotta: un’ottima base per mille gustose varianti