Sangria: un drink delizioso, da preparare in 4 mosse

La sangria è un cocktail di origine spagnola. Viene realizzato con una base di vino rosso molto corposo, diluito con uno sciroppo di acqua e zucchero e della frutta.

Nella ricetta vengono inserite anche delle spezie, per dare ancora più carattere alla bevanda. In origine la vera sangria era preparata con vino iberico, oggi giorno invece la ricetta è molto cambiata.

Infatti è difficile trovare una sangria uguale all’altra. Esportata ormai in quasi tutto il mondo, ogni nazione utilizza ingredienti locali e quindi il sapore tende a variare. In realtà per potersi gustare questo cocktail il più possibile fedele all’originale bisogna rispettare 4 passaggi chiave.

I passaggi sono semplici e questo permette di preparare la sangria velocemente e senza nemmeno sporcare troppo. L’elemento fondamentale è quello di scegliere sempre ingredienti di qualità e bere responsabilmente, ricordandosi che, anche se dolce e piacevole, è sempre un alcolico.

Come preparare la sangria velocemente >>

4) Sangria deliziosa: la scelta del vino

Il vino per la sangria deve essere molto gustoso e corposo, poiché tanto verrà diluito. Se vogliamo utilizzare dei vini facilmente reperibili nella nostra penisola potremmo usare del Cannonau o del Barbera, vini rossi tipicamente robusti. Ma possiamo optare anche per un Primitivo. Le dosi riportate saranno indicativamente per 10 bicchieri, utilizzando una bottiglia di vino.

sangria1

La ricetta continua nella prossima pagina>> 

3) Sangria veloce: la frutta

La frutta è l’altro ingrediente fondamentale della sangria. Si possono scegliere tutti i tipi di frutta, ma quella che non deve mai mancare sono le mele e le arance. Per velocizzare la macerazione conviene tagliare 1/2 kg di frutta scelta a piccoli pezzi e condirla con 3 cucchiai di zucchero e il succo di 2 arance. Dopo mezz’ora avrà rilasciato il suo sughetto e quindi si potrà aggiungere il vino.

fruit-cocktail-salad

La ricetta continua nella prossima pagina>> 

2) Cocktail sangria: il gusto

Dopo che avremmo fatto riposare in frigo la frutta macerata con il vino , bisognerà mescolarla. Una volta amalgamato tutti i gusti sarà il momento dell’assaggio. Se ancora si sente troppo preponderante il gusto del vino allora bisognerà diluirla. Invece di utilizzare l’acqua si potrà adoperare della gassosa. Diluisci la sangria prima con un bicchiere e poi assaggiala, così da capire quanta gassosa eventualmente aggiungere.

sangria

La ricetta continua nella prossima pagina>> 

1) Sangria: come servirla

Dopo averla diluita facciamola riposare un’altra ora prima di servirla. Portala a tavola in una caraffa inserendo solo parte della frutta e in ogni bicchiere inserisci un pezzo di stecca di cannella. La cannella ha un gusto molto forte quindi è bene farla macerare poco. Inserendola all’ultimo darà molto profumo e lascerà un gusto delicato.

sangria123

Se ti è piaciuta la ricetta condividila con i tuoi amici su Facebook!

Advertisement

Potrebbe interessarti