Olio dei Papi: l’oro del basso Lazio che impreziosisce le tue ricette

olio-dei-papi

L’olio extra vergine di oliva è il marchio distintivo della cucina italiana. Lungo tutta la penisola si producono oli di altissima qualità, le cui tradizioni si perdono nella notte dei tempi. Tra questi però ce n’è uno davvero speciale e che racchiude in sé cultura, storia e qualità centenarie. Stiamo parlando dell’Olio dei Papi, un olio prodotto tra le zone dell’Agro Pontino e del Frusinate che ancora oggi è fornitore ufficiale della Santa Sede.

Com’è nato l’Olio dei Papi

La storia dell’Olio dei Papi ha radici antichissime. Grazie a un importante lavoro di ricerca storica portato avanti dal fondatore del marchio, oggi conosciamo le vicende che hanno contribuito alla nascita di questa eccellenza italiana. Partendo dal racconto degli anziani, il viaggio a ritroso nella storia degli uliveti del basso Lazio ci porta fino all’anno Mille.

Grazie alle comunità monastiche presenti sul territorio, vennero bonificati i terreni dando vita a colture di viti e di ulivi. Ciò permise alla tradizione dell’ulivocoltura di sopravvivere lungo tutto il Medioevo per giungere fino alla sua riscoperta nel 1700. Fu con il “motu proprio”, un’importante riforma avviata da Papa Pio VI nel 1778, che partì il rilancio della coltivazione degli ulivi. Con essa infatti venne concesso un premio per ogni olivo messo a dimora, e a essa seguirono una serie di altre azioni di bonifica e di miglioramento delle condizioni di lavoro nelle campagne.

La storia dell’ulivocoltura nello Stato Pontificio prese così grande slancio, sopravvivendo al passare dei secoli e all’avvento della modernità. L’olio che si produce ancora oggi in queste terre rifornisce il Vaticano e la pubblicazione della ricerca storica è valsa al fondatore di Olio dei Papi, Domenico Sperlonga, l’onore di incontrare il Santo Padre. Era giugno 2022, e durante quell’indimenticabile occasione l’Olio dei Papi ha ricevuto la benedizione di Papa Francesco. 

olio-dei-papi-benedizione

Olio dei Papi: garanzia di qualità e tracciabilità

Oltre al grande valore storico che porta con sé, Olio dei Papi è anche garanzia di qualità e tracciabilità. Quest’olio extra vergine di oliva deve il suo gusto unico, intenso e deciso ai severi controlli cui è sottoposta tutta la filiera produttiva. I produttori selezionati nella zona dell’Agro Pontino e del Frusinate raccolgono le olive delle piante secolari ancora a mano. Spremuti freschi e a freddo da una rete di frantoi del territorio, i frutti mantengono le proprie qualità organolettiche regalandoci un olio verde brillante e dal sapore inconfondibile. 

olio-dei-papi-qualita-tracciabilita

Un olio antico al passo con la modernità

Nonostante le sue antiche origini, Olio dei Papi ha saputo stare al passo coi tempi senza rinunciare alla propria fede storica. Unendo tradizione e produzione moderna, quest’olio oggi è in grado di rispettare tutti gli standard internazionali di sicurezza alimentare. L’organizzazione in cooperativa della filiera, garantisce ai produttori un sistema etico di retribuzione.

Sul portale online è possibile scoprire e acquistare l’Olio dei Papi, disponibile in diversi formati che ti invitiamo a scoprire. Inoltre sul sito è possibile anche approfondire la storia del marchio ma soprattutto tracciare ogni singolo lotto di prodotto acquistato. Grazie a quanto previsto nel Disciplinare di produzione, potrai scoprire l’origine, la zona di produzione il frantoio di molitura e, ove possibile, persino il nome del produttore e dell’uliveto di ciascuna confezione di Olio dei Papi. Un grande esempio di come la modernità possa integrarsi alla tradizione.

Advertisement

Potrebbe interessarti