Yogurt greco fatto in casa? Ecco come in poche mosse

Quante volte vi sarete chiesti cosa ci sia di particolare nello yogurt greco, da renderlo così cremoso e adatto ad ogni circostanza? Il mistero è presto svelato.

Cosa abbia fatto sì che lo yogurt greco fosse così apprezzato dai consumatori non è stato solo il buon marketing. Sono infatti molteplici le caratteristiche apprezzabili ed apprezzate di questo particolare tipo di yogurt. Innanzitutto la tanto ricercata “leggerezza“: solo 112 calorie quello normale, e addirittura 52 la sua versione più povera di grassi. Da non sottovalutare poi è la consistenza, che ci permette di utilizzare questo ottimo ingrediente in numerose ricette, spaziando dal dolce al salato.  Ma a renderlo speciale è sicuramente quel suo retrogusto acidulo, rinfrescante e appagante per il nostro palato. E il segreto di tutto ciò sta in un semplice passaggio: il filtraggio aggiuntivo (rispetto allo yogurt classico), che eliminando quasi del tutto sodio e lattosio, produce un composto ricco di proteine, molto cremoso e più digeribile anche per gli intolleranti.

La ricetta

Ma passiamo dalla teoria alla pratica: come realizzarlo in casa a partire da un classico yogurt? Vi serviranno solamente un nastro, un panno a maglie fine ben pulito (possibilmente senza detersivo) ed il gioco è presto fatto. Prendete uno yogurt naturale (cioè senza aggiunta di zuccheri), avvolgetelo nel panno, chiudete ben bene creando un “fagottino” e lasciate sgocciolare sul lavandino. A questo punto vi resta solo pazientare per qualche ora (2/3 nel nostro caso), o comunque finché lo yogurt non avrà raggiunto la consistenza che preferite. Et voilà: Il vostro yogurt greco fai-da-te è servito!

Yogurt greco: consigli e curiosità

Oltre ad essere un ottimo ingrediente da gustare sia solo che per la preparazione di molte ricette, lo yogurt greco è la merenda ideale per tutti gli sportivi e per chi tiene alla linea, poiché ha un enorme potere saziante nonostante il basso apporto calorico.

Una curiosità che non tutti conoscono è che, a differenza del forviante nome, lo yogurt greco ha origini bulgare ed i suoi maggiori produttori sono gli Stati Uniti.

Aggiungi un commento